Non mi avrete mai

K.N.U.S. D.I.G.O.S. F.B.I.
neanche con MIAMI VICE no MAGNUM P.I.
hanno messo STURSKY & HUTCH sulle nostre tracce,
in questura su un quaderno con le nostre facce,
controllati 24 ore su 24,
ogni numero in agenda o contatto,
come fossimo dei boss narcotrafficanti,
siamo i figli della strada solo i suoi abitanti,
regaz di quartiere, chi ci è nato e chi è arrivato dopo,
chi ha svoltato e ci ha lasciato un vuoto,
ma comunque ognuno è andato via,
da solo senza polizia,
brindo Sangiovese e porri di Maria,
io vi amo regaz tutti quelli che mi hanno aiutato,
che han lottato insieme a me come un soldato,
la strada benedice quelli come noi,
quei figli di puttana non ci avranno mai.

“Potete prendervi il mio cash la mia libertà,
 la mia casa la mia vita la mia identità,
 potete darmi anche un lavoro o risolvere i miei guai,
 ma giuro sulla pelle non mi avrete mai”

“Potete prendermi le canne anche la mia TV
potete prendervi la moto o quello che vuoi tu,
potete pure condonarmi o risolvere i miei guai,
ma figli di puttana non mi avrete mai!”

Io sono stanco di spaghetti pizza e mandolino,
voglio un futuro per me e anche il mio bambino,
parlano di libertà, quale libertà?
fratello svegliati e guarda questa Italia,
il bel paese dove non hai opportunità,
se non fai parte di una family o una mafia,
ci hanno dato droghe pazze per stare in silenzio,
o intripparci in cose che non hanno senso,
mi fa paura pensare alla mia vita nelle vostre mani,
io penso a Carlo Giuliani,
chi sono i criminali?
Ti senti forte dentro il tuo completo blu,
io non arretro più,
mi sento forte adesso dentro il mio fottuto ve lux set,
fanculo le vostre camice nere con le strisce red.

“Potete prendervi il mio cash la mia libertà,
 la mia casa la mia vita la mia identità,
 potete darmi anche un lavoro o risolvere i miei guai,
 ma giuro sulla pelle non mi avrete mai”

“Potete prendermi le canne anche la mia TV
potete prendervi la moto o quello che vuoi tu,
potete pure condonarmi o risolvere i miei guai,
ma figli di puttana non mi avrete mai!”

Valerio R. canta a modo suo Inoki

Per contattare la Redazione La Fenice o commentare l’articolo scrivi a redazione.lafenice@varieventuali.it oppure accedi a Facebook alla pagina “La Fenice – Il giornale dal carcere di Ivrea

Autore dell'articolo: feniceadmin