Mia madre, finalmente

Che bello!! dopo tanti anni, per l’esattezza 9 anni, ho rivisto mia Madre tramite whatsapp: mi hanno permesso di fare un video colloquio settimanale con mia Madre, non mi sembrava vero!!
Quando l’assistente mi ha chiamato e mi ha detto “Saverio vai giù a fare il video colloquio”, per qualche secondo mi si è fermato il cuore!! Non credevo alle mie orecchie e a quello che mi avevano appena detto, cioè che potevo vedere mia Madre anche se solo per video telefonico, ero felicissimo e molto, molto emozionato!!
Mentre percorrevo il corridoio per andare nella sala colloquio mi sono detto tra me e me: sono passati tanti anni , sicuramente è cambiata tanto, visto le sue gravi malattie: Alzheimer, infermità mentale e quant’altro, avrà ancora un po’ di memoria, mi riconoscerà?
Così appena attivano la video telefonata di fronte a me compare subito mio fratello Mauro e io salutando al volo mio fratello dalla smania di vedere subito mia Madre gli dico “passami subito la Mamma” e così vedo mia Madre: che bella che era, stava davanti a me e mi sorrideva. L’ho trovata molto invecchiata ma bellissima come non mai!! Era lì che mi guardava e mi sorrideva e mi diceva sempre: Saverio ma quando vieni a casa e mi porti un regalino? E io gli rispondo “Mamma, io sono già a casa, non mi vedi? e lei mi risponde “si, ti vedo”. Io ero molto felice perché mia Madre mi aveva appena riconosciuto, non stavo nella pelle perché quella era la mia più grande preoccupazione, poi gli dico: Mamma, a Natale ti vengo a trovare e ti porto un bel regalo. Lei mi risponde: sì, ti aspetto, anche se sono ormai dieci anni che gli dico così e lei sono dieci anni che mi dice “si ti aspetto” senza rendersi conto di niente.
Dopo dieci minuti che stavo parlando con mia Madre sento la voce di mio fratello Mauro che le dice: Mamma, hai sentito cosa ha detto Saverio? Ha detto che a Natale ti viene a trovare e ti porta un bel regalino e mia Madre gli risponde gridando “ma che dici? quello non è Saverio quello è Agostino, che assomiglia a Saverio.
Che dire? Un po’ me lo aspettavo che non mi avrebbe conosciuto, ma almeno mi ha preso per Agostino, mio Padre, cioè l’unico amore della sua vita, suo marito, che è deceduto a giugno del 2011 e quello è stato anche l’ultima volta che avevo visto mia Madre: al funerale di mio Padre. Io mi aspettavo già qualcosa del genere perché conosco bene lo stato di salute di mia Madre ma sono sicuro che quando uscirò di qui e gli starò vicino più tempo possibile mia Madre un po’ alla volta comincerà a riconoscermi di nuovo o almeno lo spero tanto.
Almeno adesso ho un video colloquio a settimana e un po’ alla volta spero tanto che mia Madre si ricordi che io sono suo figlio Saverio, quello che da piccolo l’ha fatta dannare più di tutti i miei fratelli e sorelle messi insieme.
TI VOGLIO TANTO, TANTO BENE, CI VEDIAMO PRESTO.

Saverio C.

Per contattare la Redazione La Fenice o commentare l’articolo scrivi a   redazione.lafenice@varieventuali.it oppure accedi a Facebook alla pagina la fenice – il giornale dal carcere di ivrea

Autore dell'articolo: feniceadmin