Arriva l’estate

E’ finita la scuola e anche tutti i corsi aggiuntivi informatica, cinema, teatro, educazione fisica, alimentazione, corso di musica e altro. Era un buon modo di passare il tempo qui dentro, ora ci tocca aspettare settembre quando comincerà il corso di teatro e altro.

A fine luglio abbiamo chiuso le attività con il corso di musica e lo abbiamo fatto con un bel karaoke, ci siamo esercitati per 30 ore con il prof. di musica il sig. Giovanni insieme alla nostra maestra di inglese Anna; e oltre a imparare a suonare qualche strumento abbiamo cantato sette canzoni di cui quattro in inglese, c’erano vari ospiti venuti apposta da fuori per questa occasione. E’ stato veramente tutto molto piacevole.

Per fortuna che per tutto l’anno abbiamo sempre la nostra bellissima redazione:  la Fenice!!  dove possiamo scrivere sempre qualsiasi cosa ci passa per la testa, anche questo è un ottimo modo per passare la giornata o di organizzarsi la propria futura vita e poter riconoscere gli errori commessi. Scrivere aiuta molto.

Ho  finalmente preso il diploma di terza  media divertendomi e con 10 in matematica, me lo ha detto anche la nostra educatrice quando mi ha consegnato la pagella, mi ha detto: “Saverio questa pagella è piena di 10” e io le ho risposto “sicuramente state leggendo solo i voti  della matematica perche lì sono bravo ma su tutto il resto sono un po’ scarso”. E in effetti era cosi, ho preso in quattro voti di matematica tutti 10, un paio di 9 in biologia e tecnologia e in tutto il resto ho preso 6 e 7 ma io sono più che soddisfatto cosi!

Ho anche chiesto alla mia maestra di matematica se per caso mi avesse dato un voto maggiorato e lei mi ha risposto “assolutamente no io non regalo niente e do sempre il giusto voto bello o brutto che sia”, ok allora quelli sono proprio 10 meritati, in effetti ho sempre saputo di essere davvero bravo in matematica.

 Così  ho inviato subito la mia pagella a mio figlio perché non faceva altro che dirmi: “papà  tu la terza media non te la prenderai mai e di questo io ne sono più che sicuro”;  e ora io gli ho anche ricordato il debito che ha con me perché abbiamo fatto una scommessa se sarei riuscito a prendere  oppure no il diploma, spero che ora se ne sia reso conto …  ho vinto io!!

Le maestre a giugno hanno chiuso l’anno scolastico con una bella festa con pizze e gelati e per noi tutti è stato molto gradevole! Perché qui dentro basta veramente poco per farci felici, basta anche solo il fatto che qualcuno ti fa sentire un po’ utile e capace, questo già ci da una forte carica per cominciare a fare qualcosa. Ci basta anche solo un sorriso o un piccolo complimento o un “sono sicuro che ce la farai”; ma ovviamente la pizza e il gelato è stato molto gradito da noi tutti! Perché noi lo sappiamo che loro questo lo hanno fatto con il cuore; e c’è anche da dire che magari qualcuno di noi una pizza o un gelato non può nemmeno comprarselo; e chi lo sa da quando tempo era che non sentiva più quel buon sapore, perche qui dentro come fuori gli anni passano e qualcuno con il tempo può essere anche abbandonato a se stesso, io ne ho visti proprio tanti abbandonati a loro stessi senza un minimo di aiuto da parte di nessuno. Obbligati a chiedere aiuto alla Caritas, anche solo per avere un dentifricio, uno spazzolino, un pigiama, saponi ecc. cosa di cui non c’è niente da vergognarsi!  Ma quando una persona arriva a chiedere aiuto  alla Caritas allora si sente una persona che ha toccato veramente il fondo e si chiede spesso: “riuscirò mai a uscire da questa brutta situazione?”  Io credo che prima o poi ce la faranno a uscirne fuori devono solo credere in loro stessi ma soprattutto non ricadere mai più in nessun tipo di tentazione illegale altrimenti saranno di nuovo punto e a capo.

Ora tutti noi vogliamo salutare e ringraziare tutti i docenti della scuola C.P.I.A  di  Torino e il professore di musica il sig. Giovanni: grazie veramente con tutto il cuore!

Meno male che tra un po’ qui di festa ne faremo un’altra! Eh già, è proprio cosi! Siamo in attesa di un’altra bella festa, perché fra qualche mese festeggeremo i 3 anni di apertura della redazione la Fenice e come tutti gli anni la nostra presidente e fondatrice di questo giornale ci porta sempre una bella torta ‘900.

Così tra lo studio una festa e l’altra un altro anno qui dentro e se ne sta andando. A me di anni ne sono passati ormai 11 e chi lo sa quanti altri anni dovranno ancora passare prima che io possa uscire almeno con un permesso premio o con una detenzione alternativa.  Ma io ho fede, forza fisica e mentale, e ho la fortuna di non essermi mai ammalato e spero che quel “giorno” arrivi presto.  Questa volta uscirò dal carcere in un modo completamente diverso da tutte le altre volte!

Io me ne sono accorto di essere cambiato, perché adesso odio tutte le cose che prima amavo! E amo tutte le cose che prima odiavo! Ma questa è solo la mia storia perche ognuno di noi ha la sua di storia passata, presente e futura.

Ora tutti noi ringraziamo la redazione esterna della Fenice, grazie per tutto quello che tutti voi avete fatto e che ancora farete per noi  … grazie!

Saverio C.

Per contattare la Redazione La Fenice o commentare l’articolo scrivi a redazione.lafenice@varieventuali.it oppure accedi a Facebook alla pagina la fenice – il giornale dal carcere di ivrea

Autore dell'articolo: feniceadmin